Chi siamo

Sede Centrale Livorno

La cooperativa Biolabor scrl è una struttura polivalente che opera sul territorio regionale e nazionale, offrendo servizi nei settori sanitario (analisi chimico - cliniche e diagnostica strumentale), ambientale, agroalimentare e della medicina del lavoro.

I nostri interlocutori sono i cittadini privati ed aziende di varia natura e tipologia, che si rivolgono sia alla sede centrale che alle nostre strutture periferiche per avere risposte certe, rapide e con elevato standard professionale nel campo delle analisi cliniche, microbiologiche e chimiche.

Il nostro impegno è quello di lavorare a stretto contatto con il cliente, analizzarne con la massima cura i bisogni, proponendo soluzioni confacenti alle sue reali necessità. Questo è l'obiettivo che ogni giorno ci impegnamo a raggiungere per ottenere i migliori risultati in termini di precisione, rapidità ed efficienza in ogni ambito di nostra competenza.

Sia a livello di sede centrale che di strutture periferiche, Biolabor scrl mette a disposizione della clientela un punto di prelievo e vari ambulatori specialistici.

Dal febbraio 2009, Biolabor scrl ha acquisito il Laboratorio Analisi Cliniche "Il Poggio" srl a Poggio a Caiano, in provincia di Prato. La struttura è convenzionata con la USL n.4 di Prato. Potete trovare i riferimenti nella sezione "Orari e recapiti".

 

Il mondo cooperativo

Le cooperative vengono da lontano: la loro storia inizia infatti “ufficialmente” nel 1844 , quando a Rochdale, nei pressi di Manchester, in Inghilterra, sotto la spinta delle tensioni innescate dalla rivoluzione industriale, un gruppo di tessitori guidati da Charles Howart, nell’intento di trovare una risposta alle loro difficoltà economiche, dette vita alla “Società dei Probi Pionieri”, passata alla storia come la prima cooperativa di consumo e tuttora esistente e, da allora, la cooperazione, nelle varie forme, ha preso piede e si è diffusa in tutto il mondo, divenendo un fenomeno che oggi riguarda milioni di persone che, attraverso di essa hanno cercato e trovato una risposta valida alle proprie esigenze di vita, di lavoro e di autorealizzazione.     

L'elemento distintivo e unificante di ogni tipo di cooperativa - a prescindere da ogni altra distinzione settoriale - si riassume nel fatto che, mentre il fine ultimo delle società di capitali diverse dalle coop è la realizzazione del lucro e si concretizza nel riparto degli utili patrimoniali, le cooperative hanno invece uno scopo mutualistico, che consiste – a seconda del tipo di cooperativa - nell'assicurare ai soci il lavoro, o beni di consumo, o servizi, a condizioni migliori di quelle che otterrebbero dal libero mercato.L’ impresa cooperativa nasce come uno strumento per rispondere ai bisogni economici e sociali che ogni persona, come cittadino o cittadina, come lavoratore o lavoratrice, ma anche come imprenditore o imprenditrice, vuole soddisfare.                                                                                                            

Essa agisce infatti nel mercato, coniugando le necessità del proprio sviluppo con la tutela e il rispetto dei soci, delle socie e della comunità: per questo la Costituzione italiana ne riconosce e valorizza la funzione etico-sociale, oltre a quella economica.

L’impresa cooperativa è inoltre un attore determinante per garantire l’efficienza del mercato, poiché contribuisce ad assicurare il pluralismo delle diverse tipologie di impresa. La cooperativa è un’impresa con al centro le persone, e questa particolare caratteristica ne definisce i tratti distintivi, fin dalle motivazioni che ne guidano la costituzione.

La  cooperativa è una società democraticamente controllata (è il principio “una  testa, un voto”), il cui patrimonio è in grandissima parte indivisibile, e i cui avanzi di gestione vengono sistematicamente reimpiegati nello sviluppo dell’impresa.                                                                                               

Il rapporto tra soci e cooperativa è regolato da un patto che, assumendo forme diverse a seconda della natura dell’impresa (lavoro, utenza o supporto), evidenzia vantaggi e obblighi reciproci. Questo patto è ciò che è stato chiamato mutualità. Il patto mutualistico è elemento distintivo dell’impresa cooperativa e nella società di mutuo soccorso ne è principio fondante.

Dichiarazione di identità cooperativa 

Approvata nel XXXI CONGRESSO dell'ALLEANZA COOPERATIVA INTERNAZIONALE 

Manchester 20 - 22 settembre 1995 

Definizione: Una cooperativa è un’associazione autonoma di individui che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri bisogni economici, sociali e culturali e le proprie aspirazioni attraverso la creazione di una società di proprietà comune e democraticamente controllata.  

Valori: Le cooperative sono basate sui valori dell’auto-aiuto, della democrazia, dell’eguaglianza, dell’equità e solidarietà. I soci delle cooperative credono nei valori etici dell’onestà, della trasparenza, della responsabilità sociale e dell’attenzione verso gli altri. 

Principi: I principi cooperativi sono linee guida con cui le cooperative mettono in pratica i propri valori.

1° Principio: adesione libera e volontaria

Le cooperative sono organizzazioni volontarie aperte a tutti gli individui capaci di usare i servizi offerti e desiderosi di accettare le responsabilità connesse all'adesione, senza alcuna discriminazione sessuale, sociale, razziale, politica o religiosa.

2° Principio: controllo democratico da parte dei Soci

Le cooperative sono organizzazioni democratiche, controllate dai propri Soci che partecipano attivamente a stabilirne le politiche e ad assumere le relative decisioni. Gli uomini e le donne eletti come rappresentanti sono responsabili nei confronti dei soci. Nelle cooperative di primo grado, i soci hanno gli stessi diritti di voto (una testa, un voto), e le cooperative di altro grado sono ugualmente organizzate in modo democratico.

3° Principio: partecipazione economica dei Soci

I Soci contribuiscono equamente al capitale delle proprie cooperative e lo controllano democraticamente. Almeno una parte di questo capitale è, di norma, proprietà comune della cooperativa. I Soci, generalmente, percepiscono un compenso limitato, se del caso, sul capitale sottoscritto come requisito per l'adesione. I Soci allocano gli utili per un solo o per tutti i seguenti scopi: sviluppo della cooperativa, possibilmente creando riserve, parte delle quali almeno dovrebbero essere indivisibili; benefici per i soci in proporzione alle loro transazioni con la cooperativa stessa, e sostegno ad altre attività approvate dalla base sociale.

4° Principio: autonomia ed indipendenza

Le cooperative sono organizzazioni autonome, autosufficienti, controllate dai soci. Nel caso in cui esse sottoscrivano accordi con altre organizzazioni, incluso i Governi, o ottengano capitale da fonti esterne, le cooperative sono tenute ad assicurare sempre il controllo democratico da parte dei soci e mantenere l'indipendenza della cooperativa stessa.

5° Principio: educazione, formazione ed informazione

Le cooperative s'impegnano ad educare ed a formare i propri Soci, i rappresentanti eletti, i managers e il personale, in modo che questi siano in grado di contribuire con efficienza allo sviluppo delle proprie società cooperative. Le cooperative devono attuare campagne di informazione allo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica, particolarmente i giovani e gli opinionisti di maggiore fama, sulla nauta e i benefici della cooperazione.

6° Principio: cooperazione tra cooperative

Le cooperative servono i propri Soci nel modo più efficiente e rafforzano il movimento cooperativo lavorando insieme, attraverso le strutture locali, nazionali, regionali ed internazionali.

7° Principio: interesse verso la comunità

Le cooperative lavorano per uno sviluppo sostenibile delle proprie comunità attraverso politiche approvate dai propri Soci.